Home

Logo Nondasola

"Mentre i figli e le figlie guardavano", un progetto sperimentale sulla violenza convissuta grazie al sostegno della Chiesa Valdese

Grazie al contributo ricevuto dai fondi Otto per mille della Chiesa Valdese, l’Associazione Nondasola ha realizzato il progetto “Mentre i figli e le figlie guardavano”, parte di una progettualità partita alcuni anni fa sul tema della violenza condivisa/convissuta. Come Associazione femminile, che gestisce un centro antiviolenza da vent'anni, ci siamo interrogate su come avviare un percorso di riflessione strutturato su questo ambito, mirato a produrre esperienza e pensiero a partire dall'incontro quotidiano con le donne vittime di violenza e i loro figli e figlie. La nascita di un gruppo di lavoro che ha fatto proprio il paradigma della resilienza quale possibile e non esclusivo approccio alla violenza condivisa, letta quale conseguenza della violenza maschile di genere, ha stimolato il desiderio di approfondire, studiare, fare propri alcuni strumenti/metodologie e di costruire concretamente possibilità di sperimentazione per donne e bambini/e ospiti presso le strutture residenziali gestite da Nondasola.

Leggi tutto...

A testa alta, la mostra sui centri antiviolenza del Kosovo aperta alla città

Tante sono state le persone che venerdì 12 settembre hanno partecipato all'inaugurazione della mostra fotografica curata da Lorenzo Franzi, in collaborazione con RTM e Nondasola, che racconta il lavoro dei centri antiviolenza in Kosovo. Fotografie - come leggiamo dal comunicato stampa - che "raccontano i centri per quello che sono: luoghi di storie di donne. Donne che si incontrano, che si guardano, che si ascoltano, che progettano, che arrivano, che partono. Donne in relazione. Donne insieme sull’una e sull’altra sponda dell’Adriatico. Immagini in risonanza al di qua e al di là del mare. Con questa mostra entriamo in punta di piedi nei centri antiviolenza di un paese la cui storia e il cui futuro sono molto più legati a noi di quanto possiamo credere."

Sarà possibile visitare la mostra fino all'11 Ottobre presso la Bottega Ravinala in Piazza Prampolini. 

Leggi la rassegna stampa. 

A testa alta - Inaugura il 12 settembre la mostra del progetto REVIVE

Inaugura Venerdì 12 settembre alle ore 18.00 presso la Bottega Ravinala in piazza Prampolini (RE) la mostra fotografica A testa alta - un viaggio nei centri antiviolenza in Kosovo, con foto di Lorenzo Franzi. Saranno presenti Emine Kabashi e Sakibe Doli, direttrici dei centri antiviolenza in Kosovo in visita-studio in Italia

La mostra si inserisce nell'ambito del progetto biennale REVIVE - Reintegration of Victims of Domestic Violence: un'opportunità di incontro e confronto, realizzato da RTM, quale soggetto capofila e dal Coordinamento dei Centri antiviolenza dell'Emilia Romagna tra cui l'Associazione Nondasola. 

Scarica la locandina. 

Leggi il comunicato stampa

Le ultime 'tappe' del progetto REVIVE

Sta giungendo al termine il progetto REVIVE - Reintegration of Victims of domestic Violence (“Reinserimento di Donne Vittime di Violenza Domestica”), iniziato nel Luglio 2012, in collaborazione con RTM (soggetto capofila), che ha visto lavorare insieme il Coordinamento dei Centri antiviolenza dell'Emilia Romagna e la Coalizione nazionale dei Centri antiviolenza del Kosovo.

Un progetto biennale che ha prodotto uno scambio di esperienze, saperi e pratiche tra donne che hanno scelto, al di qua e al di là dell'Adriatico, di impegnare la loro vita a difesa dei diritti femminili alla libertà e alla dignità.

Un progetto che ha portato alla pubblicazione del manuale "Dalla violenza all'empowerment" che restituisce in parte questo scambio al femminile. 

Nell'ambito del progetto, in previsione per settembre un ricco calendario di iniziative per promuovere conoscenza e riflessione sul tema della violenza sulle donne con particolare attenzione all'area balcanica. (foto by L. Franzi)

Nondasola partecipa a un progetto regionale di peer education di contrasto alla violenza di genere

Il progetto 'Peer education, life skills e consapevolezza di sè, dell'altro e diffusione della legalità' ha l'obiettivo di promuovere nella regione Emilia Romagna un intervento per prevenire e contrastare la cultura della violenza basato sui presupposti teorici e metodologici della peer education, che consente lo sviluppo delle life skills e della consapevolezza di sé stesso.

Il progetto, che si realizza nell' a.s. 2013/2014, prevede la costituzione di gruppi di peer educator in 6 istituzioni scolastiche del territorio della regione Emilia Romagna, le quali si uniranno in un accordo di rete per la formazione coordinata (in materia di peer education e violenza sulle donne) di docenti referenti e studenti (del terzo anno). Per ogni scuola 10/12 ragazzi con il ruolo di peer che saranno, quindi, complessivamente in numero di 60/70. Nondasola si incaricherà della formazione ai peer e agli insegnanti referenti. 

Questi studenti costituiranno gruppi di peer educator per questo a.s. e per gli anni a venire. Gli effetti del loro operato andranno a beneficio degli studenti degli istituti scolastici coinvolti (diverse migliaia) e in particolare gli studenti del secondo anno così che si possa dare continuità e solidità al progetto nel prossimo futuro.

REVIVE - Reintegration of Victims of domestic Violence

Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell'Emilia-Romagna, è partner del progetto REVIVE - Reintegration of Victims of domestic Violence (“Reinserimento di Donne Vittime di Violenza Domestica”), iniziato nel Luglio 2012  il cui obiettivo generale è rafforzare le capacità professionali delle associazioni di donne e delle autorità pubbliche kosovare impegnate nella lotta alla violenza di genere. Più specificatamente di sostenere i centri anti-violenza gestiti da associazioni di donne kosovare nell’azione di empowerment delle vittime di violenza domestica attraverso lo sviluppo di partenariati con le autorità locali. Il Coordinamento ha affidato all’Associazione Nondasola la realizzazione delle azioni stabilite dal progetto stesso. 

In occasione del 25 Novembre 2012, la Presidente della Kosovo Shelter Coalition, Naime Sherifi, è stata a Reggio Emilia per presentare, insieme a RTM e Nondasola, il progetto REVIVE. Leggi l'articolo. 

 

Scarica la scheda del progetto. 

 

Conoscenza in Azione

Cosa è?

Una ricerca-intervento contro la violenza alle donne nel Distretto di Scandiano, finanziato dalla Provincia di Reggio Emilia.

 

Obiettivi

Questo progetto si è posto l'obiettivo di costituire un Tavolo/Gruppo di lavoro, referente per il territorio distrettuale, capace di leggere e analizzare la complessità delle situazioni di violenza sulle donne per riconoscere il maltrattamento quale presupposto imprescindibile per la presa in carico della donna e dei suoi figli oltre che della situazione nel suo complesso.

 

Risultati

I risultati raggiunti sono stati quello di aprire e alimentare uno spazio di riflessione comune sulle premesse e sui presupposti della cultura di ciascun servizio coinvolto che sostiene la costruzione delle risposte alle donne maltrattate, e quello di permettere l’esplicitazione della necessità di un coordinamento tra i diversi soggetti componenti il Tavolo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it