Iniziative

Logo Nondasola

Bacheca "Iniziative"

Venerdì 23 novembre "A piedi nudi verso Itaca" Sul palcoscenico storie di donne che si sono liberate dalla violenza maschile

Uno spettacolo teatrale promosso dall'Associazione Nondasola Onlus, in collaborazione con la Bottega creativa di Amélie. Un gruppo di attrici non professioniste su un palcoscenico per dare corpo e voce a donne che ce l'hanno fatta.

A piedi nudi verso Itaca vuole essere testimonianza viva, forte e reale, in nome di tutte le donne che, in questi vent’anni, hanno scelto e praticato il valore della libertà femminile contro la cultura della violenza maschile. Donne che, grazie alla relazione con l'Associazione Nondasola sono riuscite ad uscire da situazioni di violenza e a riprendersi, a testa alta, la loro vita.

Lo spettacolo debutterà Venerdì 23 novembre 2018 ore 21 al Teatro San Prospero di Reggio Emilia, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia, nell’ambito del calendario ‘365giorni donna’. 

Per info e prenotazioni: www.pzeta.it/prenotazioni o al cell. 340.4923549

Il ricavato dello spettacolo sosterrà altre donne nel loro percorso di uscita dalla violenza. 

 

Il Comitato No Pillon invita a un'assemblea pubblica Martedì 30 ottobre 2018

In previsione della mobilitazione nazionale prevista per il 10 novembre, che impegnerà i singoli territori nella battaglia per il ritiro del ddl Pillon, il Comitato di Reggio Emilia invita a un'assemblea pubblica, Martedì 30 ottobre ore 18, tutte le cittadine e i cittadini interessati/e ad approfondire i contenuti del disegno e costruire insieme azioni locali a contrasto dell'iniziativa di legge. Ricordiamo che a Reggio Emilia il Consiglio comunale, nella seduta del 22 ottobre scorso, ha approvato una mozione a sostegno della mobilitazione no Pillon

Per fermare il Ddl Pillon la mobilitazione parte anche da Reggio Emilia

L’Associazione NONDASOLA sostiene e rilancia la petizione promossa da DiRe su Change.org per il ritiro del DdL 735 presentato dal senatore Pillon e altri dal titolo “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialita”, attualmente in discussione al Senato.

Insieme alla CGIL di RE, che già si è espressa contro questa norma sulla famiglia che ci porterebbe indietro di cinquant'anni e che lede la libertà di autodeterminazione delle donne, in particolare quando la relazione è caratterizzata dalla violenza del partner,

promuove

il  3 ottobre alle ore 18.00 in Viale IV Novembre n°8/f – Reggio Emilia

un incontro rivolto al movimento NON UNA DI MENO Reggio Emilia, a tutte le associazioni attente alla salvaguardia delle libertà e dei diritti civili, alle donne dei partiti e delle istituzioni, ad ARCI, Arcigay, a tutte le Organizzazioni Sindacali, per costruire insieme una mobilitazione collettiva che, attraverso efficaci iniziative pubbliche, tenga alta l’attenzione e contrasti l’approvazione di questo inaccettabile DdL.

Diffondete l’invito a tutti i soggetti potenzialmente interessati, vi aspettiamo numeros*!!

Ottobre 2018 "Io siamo noi, tanti io" un ciclo di letture per bambini e bambini a cura di Nondasola

Nell'ambito dei Bibliodays 2018, e con il finanziamento del Progetto AZIONE sostenuto dalla Regione Emilia Romagna, l'Associazione Nondasola, insieme all'Ufficio Pari Opportunità e Officina Educativa del Comune di Reggio Emilia, promuove il ciclo di letture Leggere tra le righe delle differenze - Io siamo noi, tanti io.

Rivolte a bambini e bambine nella fascia di età 3/6 anni, sarnno proposte suggestive letture sul tema delle identità di genere e degli stereotipi, curate dalle volontarie di Nondasola e dai volontari Natiperleggere e NatiperlaMusica. 

Sei incontri, uno presso ogni Biblioteca della città, per un viaggio alla scoperta di sè e dell'altro/a, di ciò che accomuna e ciò che rende unici. 

Scopri il calendario del ciclo di letture. 

 

 

 

Martedì 19 giugno 2018 "Riti di Lune", torna la festa del Progetto Lunenomadi

Si rinnova l'appuntamento dell'Associazione Nondasola con la festa annuale, promossa da tutte le donne, native e migranti, coinvolte nel Progetto Lunenomadi, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia. 

Siete tutte/i invitati/e Martedì 19 giugno dalle ore 15 presso il Parco di Villa Cougnet per trascorrere un momento di convivialità, incontro e scambio tra colori, musica, balli e sapori del mondo!

Venerdì 8 giugno 2018 "Diamante nero" al Rosebud per continuare a parlare di prevenzione della violenza di genere

Il gruppo Prevenzione dell'Associazione Nondasola

INVITA

Venerdì 8 giugno alle ore 17 presso il Cinema Rosebud (Via Medaglie d’oro della Resistenza, 6 Reggio Emilia) alla proiezione dellla pellicola di Céline Sciamma, Diamante Nero (FR, 2014). Ingresso gratuito. 

Ultimo appuntamento della serie di incontri di approfondimento che Nondasola ha promosso nei mesi di Aprile, Maggio e Giugno sul tema della prevenzione della violenza sulle donne, con uno sguardo particolare alle giovani generazioni, sia nel ruolo di testimoni di prevenzione sia in quello di 'pubblico' sollecitato a interrogarsi sul tema. 

Accompagnerà la proiezione una breve introduzione a cura del gruppo prevenzione dell’Associazione Nondasola e, alla fine, sarà offerto un aperitivo per salutare la conclusione dell’attività di prevenzione dell’anno scolastico 2017-2018. 

Scarica il calendario completo degli incontri. 

La trama del film

Marieme ha 16 anni, vive con due sorelle minori e un fratello maggiore che la controlla con atteggiamenti da padrone. La madre, che lavora come donna delle pulizie, è una figura assente dal contesto familiare. La ragazza non ha dei buoni esiti scolastici e non ha prospettive per l’istruzione superiore se non i corsi professionali. Cerca allora (e trova) solidarietà e protezione in un gruppo di coetanee pronte anche a sfide di strada per salvaguardare la loro reputazione di dure. Il film offre un ritratto sincero e non retorico dei sogni, delle aspettative, dei bisogni e degli errori da commettere che una adolescente percepisce in modo tanto confuso quanto pressante. Con in più la presenza di un gruppo al femminile di cui vengono tratteggiate con grande sensibilità le diverse componenti tenendo però sempre al centro la necessità di mostrare come la fragilità di ognuna trovi una compensazione nelle altre.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it