Bacheca

Logo Nondasola

Bacheca

L'inaugurazione della mostra Donne al Centro a Castelnovo Sotto

Mercoledì 16 novembre Carmen Marini e Adriana Lusvarghi di Nondasola hanno presentato a Castelnuovo Sotto il libro-catalogo “Donne al Centro” che documenta il lavoro dei Centri Antiviolenza a partire da testimonianze autentiche di donne accolte. Per non confinare nel chiuso di una relazione di intimità la violenza maschile l’Associazione Nondasola, in collaborazione con il Centro Antiviolenza di Modena, ha deciso di esporre, di mostrare, di mettere sotto lo sguardo di tutti e tutte, di far risaltare che non c’è cesura tra interno e esterno, che là dove l’interno implode nondimeno l’esterno ha già molto evidenti i segni di una misoginia che offende le donne nello spazio pubblico e privato, e non solo simbolicamente.

Leggi tutto...

Mercoledì 16 novembre 2016 A Castelnovo Sotto si presenta il libro "Donne al centro"

Nell'ambito delle iniziative per il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, il Comune di Castelnovo Sotto organizza Mercoledì 16 novembre alle ore 20.30 presso la Sala del Consiglio comunale "Fermiamo il silenzio". Una serata per parlare di violenza maschile sulle donne attraverso lo sguardo dei centri antiviolenza, luoghi fondati sulla pratica della relazione tra donne quale leva dei percorsi di uscita dalla violenza. L'evento sarà l'occasione per la presentazione del libro "Donne al centro" (Corsiero Editore) e della relativa mostra fotografica, a cura dell'Associazione Nondasola. Intervengono la Presidente Carmen Marini e l'operatrice volontaria Adriana Lusvarghi. 

Giovedì 17 novembre Incontro pubblico - Verso la manifestazione nazionale Non una di meno

 

Le donne dell'Associazione Nondasola vi invitano a partecipare ad un incontro in previsione della manifestazione Nazionale del 26 novembre 2016, Giovedì 17 novembre  alle ore 20,30 presso il Centro Sociale Catomes Tot (Via Panciroli 12 Reggio Emilia).

La proposta che facciamo è di incontrarci in tante e incominciare qui fra noi a confrontarci, incrociando visioni, storie ed esperienze diverse. L’invito è quindi rivolto a tutte le donne che abbiamo incontrato in questi anni, appartenenti ad associazioni, gruppi, movimenti o singole cittadine che condividano con noi l’orizzonte di questa azione politica.

Leggi tutto...

19 novembre "Cittadinanza al genere. Gender, chi era costui?"

Il Comune di Reggio Emilia promuove l'iniziativa di sensibilizzazione dal titolo "Cittadinanza al genere. Gender, chi era costui?" che si terrà sabato 19 novembre, dalle 9.30 alle 12.30, presso il Teatro Piccolo Orologio in via Massenet 23, Reggio Emilia.

 A partire dalla mozione di maggioranza approvata in Consiglio Comunale nel novembre 2015 "Lotta alle discriminazioni per affermare i diritti e il benessere della persona umana" in cui Sindaco e Giunta si impegnano a diffondere ed implementare adeguate e corrette informazioni nei confronti della cittadinanza con particolare riferimento a studenti e studentesse e loro formatori, nonché ad affiancare i soggetti interessati nel contrasto ad ogni forma di violazione dei diritti umani e di discriminazione, si approfondirà il tema del GENERE attraverso uno sguardo multidisciplinare. Per Nondasola interviene Alessandra Campani. 

Per informazioni ed iscrizioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al 0522-456975 585063 (posti limitati).

Scarica la cartolina. 

  

 

Sulla canzone di Emis Killa che inneggia al femminicidio...

segnaliamo la risposta intelligente di Cristina Obber sulla 27oracorriere, la quale, pur esprimendo una posizione forte di condanna e disaccordo sui contenuti della canzone del noto rapper italiano "Tre messaggi in segreteria", apre alla comunicazione, pone delle domande, incalza con interrogativi che gettano luce sulla diffusione, inconsapevole o, peggio, spinta per ragioni di marketing, di una cultura sessista, la quale continua pericolosamente a legittimare la violenza maschile sulle donne. 

Leggi l'articolo. 

"Emilia Galotti", un progetto teatrale che ci interroga sulla seduzione del potere

Il 4, 5 e 6 novembre va in scena al teatro Ruggeri di Guastalla "Emilia Galotti", il capolavoro del drammaturgo tedesco E.G. Lessing. Lo spettacolo per la regia di Antonella Panini, con gli attori di Ars Ventuno Drama e con la partecipazione straordinaria di Pamela Villoresi è il fulcro del progetto "Lessing Made in Italy" che coinvolge scuole, cittadini ed istituzioni in una serie di iniziative per il teatro, la cultura e l'impegno sociale.

Per studenti e studentesse degli Istituti superiori, il progetto prevede, in accompagnamento allo spettacolo, percorsi di sensibilizzazione sociale, linguistica, culturale e di dialogo con il territorio. Il primo percorso è affidato all'Associazione Nondasola, in collaborazione con Ars Ventuno, quale occasione di riflessione, con ragazzi e ragazze, sul tema della violenza della seduzione e della seduzione del potere. Un tema che molto si intreccia con la violenza maschile sulle donne, che, pur avendo assunto modalità e forme 'contemporanee' rispetto a quelle messe in scena in Emilia Galotti, ha, al suo cuore, la disparità di potere tra i sessi e sistemi di potere - simbolici e materiali - che puntano ad un controllo seduttivo della libertà e dell'autonomia femminili.  

I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del teatro o prenotandoli tramite Ars Ventuno al: 3464042318 www.emiliagalotti.it

Visita il sito di Ars Venutuno Drama. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it