Articoli d'interesse

Logo Nondasola

Bacheca "Articoli d'interesse"

Strage di donne... ma l'Italia si ferma solo per i Mondiali

3 femminicidi a distanza di pochissimi giorni uno dall'altro: Motta Visconti, Siracusa, Savona. Donne uccise dai propri partner con una violenza brutale che quotidianamente segna il nostro paese ma che ancora fatica ad essere assunta quale priorità politica e sociale da affrontare nella cornice più ampia del ri-pensamento delle relazioni tra uomini e donne. 

Segnaliamo a questo proposito un interessante articolo di Monica Lanfranco pubblicato sul Fatto Quotidiano. 

D.i.Re rinnova l'appello al governo per il Piano nazionale antiviolenza

Il Corriere della Sera online, nella sezione '27ora', ospita l'intervento dell'Associazione nazionale dei Centri antiviolenza D.i.Re che dall'8 aprile scorso ha lanciato un appello al governo Renzi per rinnovare il Piano Nazionale contro la violenza. Appello caduto per il momento nel vuoto ma reso ancora più urgente dall'entrata in vigore dal 1° Agosto della Convenzione di Istanbul che diventerà riferimento legislativo anche per l'Italia. 

Leggi l'articolo. 

Le storie delle donne in questo 8 Marzo 2014

Il Coordinamento dei centri antiviolenza della Regione Emilia Romagna celebra l'8 Marzo ricordando le lotte delle donne per i loro diritti. Diritti mai acquisiti una volta per tutti, diritti calpestati dagli uomini che agiscono violenza sulle loro mogli, fidanzate, compagne, ex, diritti spesso riconosciuti solo sulla carta ma contrastati, nella loro applicazione, da soggetti istituzionali, politici, sociali e imprenditoriali che trovano più vantaggioso mantenere assetti di potere sfavorevoli alle donne. L'8 Marzo, allora, è prima di tutto una Giornata di rivendicazione e lotta per la libertà di tutte le donne...

Leggi il comunicato. 

Nondasola aderisce alla lettera aperta di Iniziativa Laica sull'applicazione della 194

L'Associazione Nondasola ha deciso di aderire alla lettera/appello di Iniziativa Laica sull'obiezione di coscienza nell'applicazione della Legge 194/78. Il sempre maggior numero di medici che praticano l'obiezione di coscienza nelle strutture sanitarie pubbliche sta profondamente ledendo il diritto delle donne alla sovranità sul proprio corpo e la loro libertà rispetto alle scelte riproduttive. 

Leggi l'appello

Il 90% delle aggressioni in Rete ha come bersaglio le donne

Oggi su Repubblica un articolo che denuncia come la Rete, soprattutto negli ultimi cinque anni, sia diventato un 'luogo privilegiato' per lanciare offese, denigrazioni e insulti (spesso a sfondo sessuale) verso le donne. Le 'categorie' maggiormente prese di mira sono le giovanissime e le donne che si occupano pubblicamente di tematiche 'calde' (femminismo, politica, sesso). Allarmanti i dati: il 90% dei messaggi denigratori che circolano sul Web ha come soggetto profili femminili.  

Leggi l'articolo. 

Parità tra i sessi? Prendiamo spunto dalla Francia

L'Assemblea nazionale francese ha approvato una legge che non solo promuove significativi passi in avanti sulla strada della parità tra uomini e donne in campo politico, lavorativo e retributivo ma investe anche l'ambito 'privato' della famiglia, sostenendo una maggiore condivisione della cura tra i genitori e prevedendo un intervento statale se, in caso di separazione, l'assegno spettante al coniuge più debole non viene versato.

Leggi l'articolo di Pia Locatelli.  

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it