Eventi

Logo Nondasola

Bacheca "Eventi"

Inaugurazione panchina rossa, 16 settembre - 17.30, Centro Sociale Gattaglio

Giovedì 16 settembre ore 17.30 presso la piazzetta del Centro Sociale Gattaglio in via del Gattaglio, 30, Reggio Emilia, si svolgerà l'inaugurazione della panchina rossa.

L'iniziativa - promossa dal Centro sociale Gattaglio, realizzata con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia e coordinata da un sottogruppo del Tavolo tecnico - intende sensibilizzare la cittadinanza e promuovere il contrasto e la prevenzione alla violenza di genere.

Interverranno l'Assessora alla Cultura e Pari Opportunità del Comune di Reggio Emilia, Annalisa Rabitti, Rappresentanti del Tavolo interistituzionale per il contrasto alla violenza maschile sulle donne del Comune di Reggio Emilia, tra cui l'Associazione Nondasola e Nausica Lavorgna e Ursula Rosati del Centro Sociale Gattaglio.

"I monologhi della vagina", sabato 24 luglio ore 21, Reggia di Rivalta

Ritorna anche quest’anno l’appuntamento con “I Monologhi della Vagina”, lo spettacolo teatrale tratto dall'omonimo testo dell’attivista americana Eve Ensler, la quale ha dato voce, in tutto il mondo, a temi da sempre considerati taboo anche dalle donne stesse, come il piacere sessuale, l’erotismo, la forza generativa e seduttiva del proprio corpo, in un’ottica di affermazione della piena soggettività delle donne.

L'appuntamento con i Monologhi della Vagina, portati in scena dal Gruppo V-Day Le Mafalde, è per Sabato 24 luglio ore 21 presso la Reggia di Rivalta.

L'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria direttamente dal sito www.eventbrite.com o presso lo IAT Reggio Emilia (via Farini 1/a, dal martedì al sabato 9-14)

Lo spettacolo sarà a favore dei progetti dell’Associazione Nondasola per le donne che subiscono violenza e i/le loro figli/e. 

 

Domenica 13 giugno ore 20.30 in piazza Prampolini, presidio di dolore e lotta per Saman

Domenica 13 giugno alle 20.30 in piazza Prampolini a Reggio Emilia, si terrà il presidio per Saman, promosso da Non Una Di Meno di Reggio Emilia e Modena, Non Una Di Meno nazionale e Studenti Autorganizzati, con l’adesione dell’Associazione Nondasola. Un presidio di dolore e lotta per manifestare tutto lo sgomento e la rabbia per la terribile scomparsa di Saman Abbas, la coraggiosa ragazza diciottenne uccisa per aver rifiutato un matrimonio forzato a cui non voleva sottomettersi.

Qui sotto il comunicato di Non una di Meno e maggiori informazioni sul presidio:

Seminario online "Donne e Lavoro: InFormAzione contro la violenza", giovedì 17 giugno, ore 9.15-12

Volentieri segnaliamo l'evento pubblico "Donne e Lavoro. INformAZIONE contro la violenza" che si terrà online giovedì 17 giugno dalle ore 9.15 alle 12. Il seminario è inserito all'interno del progetto regionale "Donne e lavoro: InFormAzione contro la violenza" che vede come capofila il Coordinamento dei centri antiviolenza dell'Emilia-Romagna e coinvolge le operatrici degli sportelli di orientamento al lavoro di 9 dei centri antiviolenza aderenti al Coordinamento. Anche l'Associazione Nondasola ha partecipato al progetto attraverso la costruzione di momenti formativi/informativi reciproci tra operatrici di orientamento al lavoro e aziende e azioni di empowerment rivolti alle donne coinvolte nel progetto.

L’evento si terrà su piattaforma Teams, previa iscrizione obbligatoria tramite il seguente link al format comprensivo della privacy: https://docs.google.com/.../1FAIpQLSfgu6Grn9D0EB.../viewform

Sabato 15 maggio 2021 a Sant'Ilario d'Enza, incontro pubblico "Prendersi cura di sè e delle parole"

Sabato 15 maggio 2021, alle 10.30, presso il Centro Culturale Mavarta a Sant'Ilario d'Enza, si terrà, all'interno del progetto "Io sono mia", l'incontro pubblico "Prendersi cura di sè e delle parole". Dialogheranno Alessandra Campani dell'Associazione Nondasola, Giacomo Mambriani di "Maschile Plurale" e "Gruppo uomini di Verona" e Chiara Cacciani, giornalista della Gazzetta di Parma e socia di "Maschi che s'immischiano". L'ingresso è libero su prenotazione, scrivendo entro giovedì 13 marzo ad uno dei seguenti contatti: 0522 671858 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Whatsapp 338 7830547

 

Dal 7 al 9 maggio, festival "Libere di essere"

Si svolgerà dal 7 al 9 maggio, in diretta streaming all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Festival "Libere di essere" organizzato da D.i.Re – Donne in rete contro la violenza in collaborazione con Hero e con la coproduzione della Fondazione Musica per Roma, il finanziamento del Dipartimento per le Pari opportunità, la produzione di Mismaonda e la consulenza di Serena Dandini. Sul palco attiviste, artiste, scrittrici, professioniste, ricercatrici, economiste, giornaliste, attrici. Donne che sulla scena pubblica o nell’invisibilità del quotidiano stanno ridefinendo spazi e relazioni per affermare la libertà delle donne, in un intreccio di conversazioni e performance che vuole mettere in moto e in circolazione idee, percorsi e prospettive per guardare con occhi nuovi al presente e innescare un cambiamento culturale, tenendo anche conto di sfide e potenziali opportunità scatenate dall’irrompere della pandemia.

Il festival nasce come azione di sensibilizzazione all’interno del progetto "Libere di essere - Informazione e comunicazione contro la violenza di genere", finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito dell’Avviso per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e al contrasto alla violenza alle donne anche in attuazione della Convenzione di Istanbul. Il progetto ha visto inoltre una azione dedicata alla prevenzione della violenza attraverso: linnovativo percorso "Libere di essere a scuola", con bambini e bambine dai 4 ai 7 anni e che sarà al centro di uno degli incontri del Festival Libere di essere, il panel "Libere di essere a scuola: bambini e bambine alle prese con il potere" – l’8 maggio alle 10.30 – frutto di una pionieristica esperienza realizzata dai centri antiviolenza della rete D.i.Re con educatrici, maestre/i e soprattutto migliaia di bambini dai 4 ai 7 anni. A raccontarlo la nostra Alessandra Campani ed Elena La Greca (La Nara, Prato), le maestre Giovanna Murino e Melissa Zaccaria, Martina Recchiuti, redattrice di Internazionale Kids; il video contest IO POSSO. che ha visto giovani tra i 18 e i 30 anni cimentarsi con la realizzazione di un corto di 2 minuti per raccontare come "Uscire dalla violenza: il potere di generare libertà per sé, per tutte e tutti". Il video vincitore sarà premiato durante il festival e sarà proiettato in autunno al RIFF – Rome International Film Festival.

Il Festival affronterà temi di attualità – non solo scuola, ma anche salute ed economia – e declinerà immaginari e linguaggi che – sullo schermo, sul palcoscenico, tra le pagine – stanno contribuendo a ridefinire il femminile. Porterà sul palco per la prima volta le operatrici dei centri antiviolenza, affronterà il problema della vittimizzazione secondaria, e ricostruirà le vite delle donne "Ferite a morte", recitate da Lella Costa. E proverà a scardinare gli stereotipi con la leggerezza della satira di "Vieni avanti, cretina!", il varietà ideato e condotto da Serena Dandini, e lo sguardo rivolto al futuro, a cominciare dall’immaginario distopico a cui ha dato vita Margaret Atwood, che sarà in collegamento dal Canada, e con l’Abbecedario con cui Dandini chiuderà il Festival in compagnia delle scrittrici Teresa Ciabatti, Michela Murgia, Chiara Valerio.

Leggi l'intero programma del festival, cliccando qui.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it