Eventi

Logo Nondasola

Bacheca "Eventi"

30 marzo 2019 "Verona città transfemminista", la marea fucsia invade la città

«Lucha Internacional!», così festeggia ballando alla testa del corteo Marta Dillon, attivista argentina chiamata per le giornate femministe e transfemministe di Non Una di Meno a Verona contro la tredicesima edizione del Congresso mondiale delle famiglie, che riunisce il movimento antifemminista, antiaborstista e contro i diritti delle persone Lgbtqi del mondo.

E mentre dentro al palazzo uno dei leader di Forza Nuova annuncia la nascita di un nuovo comitato per abrogare la 194, mentre si dice che «la rivoluzione sessuale ha portato al degrado della società», che «il multiculturalismo è una minaccia per la civiltà cristiana» e «che l’emancipazione delle donna è un’illusione che fa credere alle donne di poter fare quello che vogliono», decine e decine di migliaia di corpi «resistenti a favolosi» occupano con determinazione e con una marea fucsia tutta la città: «Siamo 100mila!», twitta nel tardo pomeriggio Non una di meno, «un numero oltre le aspettative di cui non si potrà non tenere conto», e anche la questura rivede al rialzo le sue «stime».

Così Giulia Siviero su Il Manifesto inizia il suo articolo sulla mobilitazione lanciata da Non Una di Meno, che ha portato a Verona centinaia di donne, ragazze/i, uomini, bambini/e per affermare che l'idea di 'famiglia naturale' promossa dal Congresso è in realtà un tentativo di mettere in discussione i diritti e l'autoderminazione delle donne e quelli delle altre soggettività (continua a leggere.) 

E la Rete nazionale dei centri antiviolenza D.I.Re ha messo in evidenza come proprio all'interno della presunta 'famiglia naturale' si consumano le violenze più efferate nei confronti delle donne. Leggi qui il comunicato stampa.  

La mobilitazione di Verona, insieme allo #stato di agitazione permanente del movimento femminista (la petizione su Change.org lanciata da D.I.Re ha raggiunto 170.000 firme) sembra aver dato qualche frutto: la discussione del Ddl Pillon al Senato è stata rimandata. 

 

 

 

Aprile 2019 Sul palcoscenico tornano i Monologhi della Vagina

Dopo lo sciopero globale promosso l’8 marzo dal movimento femminista Non Una di Meno che ha invaso di fucsia 40 piazze italiane tra cui Reggio Emilia, torna un altro appuntamento per dire basta alla violenza sulle donne e affermare il diritto alla libertà femminile. 

Si tratta de I Monologhi della Vagina tratto dai monologhi dell’attivista americana Eve Ensler, che il Gruppo V-Day Le Mafalde, in collaborazione con Nondasola e ARCI Reggio Emilia, porterà sul palcoscenico Domenica 17 marzo ore 21 al Teatro Herberia di Rubiera, con il patrocinio del Comune di Rubiera, Mercoledì 4 aprile ore 21 all’Altro Teatro di Cadelbosco Sopra, e Domenica 7 aprile ore 21 alla Latteria di Bagnolo in Piano. 

“E’ di pochi giorni fa - dice la Presidente di Nondasola Silvia Iotti - la sentenza della Corte d’Appello di Ancona che ha assolto due giovani dall’accusa di violenza sessuale su una 22enne, ritenendo che la mancata attrazione sessuale nei confronti della vittima si configuri come un elemento a sostegno dell’assenza di responsabilità della condotta violenta. L’ennesimo segnale di un contesto culturale che continua a ritenere che le donne e i loro corpi abbiano meno valore e per questo possano essere più facilmente umiliate, offese, violate. 

I Monologhi della Vagina sono allora un’occasione importante per dire che la presa di parola delle donne è una delle strade per sottarci alla violenza e pretendere per i nostri corpi e la nostra sessualità diritto di cittadinanza.”

Il  ricavato dell’iniziativa andrà all’Associazione Nondasola per sostenere le attività del centro antiviolenza. 

Per prenotazioni: 339.4463693 oppure direttamente dal sito www.labottegacreativadiamelie.it/eventi

 

Marzo 2019: gli altri appuntamenti con l'Associazione Nondasola

Il primo appuntamento è per Mercoledì 20 marzo 2019 ore 17 presso la Sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi a Correggio con la restituzione dei risultati del progetto ”La differenza si fa insieme, a scuola, nello sport e nella vita”. L'evento sarà l’occasione per condividere le risultanze delle attività formative svolte nei mesi scorsi e riflettere sulle tematiche scaturite dalle stesse, ascoltando le voci di alcuni protagonisti del progetto. er Nondasola interviene Alessandra Campani

Si prosegue Venerdì 22 marzo 2019 ore 20.45 presso Palazzo Bentivoglio a Gualtieri. L'evento "Nuovi cammini, nuove resistenze", promosso dall'ANPI di Guastalla, Gualtieri, Luzzara e Novellara, vede la proiezione del documentario a firma di Germano Maccioni Di Genere Umano (2015). Una pellicola sul tema della violenza sulle donne realizzata a partire dall'esperienza di un seminario con studenti dell'Università di Bologna. Per Nondasola interviene Alessandra Campani

E ancora Giovedì 28 marzo 2019 a Cavriago ore 20.30 presso il Centro Multiplo #Nonènormalechesianormale. Maschi e femmine in crescita nella vita quotidiana tra pratiche educative, pregiudizi e possibilità. Un incontro con Alessandra Campani, socia fondatrice Associazione Nondasola, per dialogare con genitori,insegnanti e cittadini. Con questa serata il Multiplo partecipa e collabora a “Le Giornate della Legalità”, un progetto dell’Istituto Comprensivo “Dossetti” di Cavriago.

 

 

Venerdì 22 marzo 2019 Una serata di improvvisazione teatrale per Nondasola

Cirfood in previsione del mese di Marzo 2019 promuove, in collaborazione con Nondasola, un evento di solidarietà a sostegno dell'attività di contrasto e prevenzione della violenza sulle donne.

L'appuntamento è Venerdì 22 marzo ore 20.30 per uno spettacolo di improvvisazione teatrale con la compagnia Impropongo-Gramelot presso il Circolo ARCI Pigal di Reggio Emilia (Via Petrella 2). Ingresso ad offerta libera. 

Durante la serata ci sarà inoltre l'estrazione di 15 premi legati ad una LOTTERIA il cui ricavato andrà a Nondasola. 

Per chi fosse interessato/a all'acquisto di biglietti (1 biglietto 1 euro) può contattarci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al num. 0522/585643-44. 

 

Venerdì 7 dicembre 2018 il Rosebud ospita il documentario su Nadia Murad "Sulle sue spalle"

L'appuntamento è per Venerdì 7 dicembre 2018 ore 21 al cinema Rosebud con la proiezione "Sulle sue spalle", la vicenda di Nadia Murad premio Nobel per la pace 2018. Interverrà anche l'Associazione Nondasola

Nadia Murad, Premio Nobel 2018 per la Pace, è una sopravvissuta: aveva appena 20 anni la notte del 3 agosto 2014, quando l'Isis attaccò Sinjar, la sua città natale, e sterminò la sua famiglia insieme a gran parte della popolazione di fede Yazidi. Lei fu catturata, subì ogni genere di violenza e solo per una coincidenza riuscì a mettersi in salvo. Ora Nadia è diventata il volto di un popolo dimenticato e, giorno dopo giorno, combatte una battaglia difficile e dolorosa, quella per la memoria. Il documentario di Alexandria Bombach ci mostra il ritratto di una giovane donna esemplare senza trasformarlo in un omaggio agiografico.

Leggi tutto...

Intorno al 25 novembre 2018: le altre iniziative con l'Associazione Nondasola

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne diverse sono le iniziative che vedono coinvolta l'Associazione Nondasola con un calendario che arriva fino a Dicembre. 

Dopo il grande successo dello spettacolo A piedi nudi verso Itaca, promosso da Nondasola in collaborazione con la Bottega creativa di Amelie, che ha debuttato Venerdì 23 novembre 2018 al Teatro San Prospero, Domenica 25 novembre l'ATI "Campegine c'è" ha organizzato un aperitivo presso la caffetteria L'Orologio il cui ricavato sosterrà i progetti di uscita dalla violenza delle donne accolte da Nondasola. 

Martedì 27 novembre ore 17 presso il Centro Cabral Via San Mamolo a Bologna, nell'ambito del Festival "La violenza illustrata" promosso dalla Casa delle donne di Bologna, si terrà la presentazione de "La Casa sul filo. Suggerimenti per un percorso di educazione antiviolenta", strumento multimediale che a partire da alcune parole chiave sull'educazione al genere propone approfondimenti, bibliografie, testimonianze, piste didattiche. Per Nondasola interviene Alessandra Campani, che ha partecipato alla riedizione dello strumento. 

Sempre Alessandra Campani interviene Sabato 1 dicembre 2018 alle ore 10 a Correggio presso Palazzo dei Principi, sala conferenze “A. Recordati” all'iniziativa "Quando no vuol dire no e sì vuol dire sì” in dialogo con Alessandro Bellassai docente all’Università di Bologna, cofondatore dell’associazione “Maschile Plurale”. 

Domenica 2 dicembre ore 17.00 presso la sede di Andos Onlus, Spazio 9scalini, Via San Giuseppe 4/A – Reggio Emilia la cittadinanza è invitata a un incontro con l’Associazione Nondasola, nell'ambito della mostra fotografica “Violente-Mente” ideata dal collettivo FotografAndos (Associazione Donne operate al seno). Una mostra che racconta di privazioni non solo sulle donne ma anche in altri ambiti. La costante, che pur nella diversità, ha accomunato i lavori esposti è la volontà di prendere in mano la propria vita, di guardare oltre, buttando via senza rinunciare.

Vai al link. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it