Home

Logo Nondasola

"Il profvmo" di Silvana Casoli a sostegno di Nondasola

In occasione dello Sbaracco Day, che si terrà Sabato 19 settembre p.v. per tutta la giornata nel centro storico di Reggio Emilia, il Profvmo di Silvana Casoli metterà a disposizione, a sostegno di Nondasola, la fragranza Palmarosa al costo di Euro 25,00 (anziché 69,00 euro). Il ricavato di ogni vendita sarà interamente devoluto alla nostra Associazione per supportare le donne accolte nei percorsi di uscita dalla violenza. 

"Difficile non arrendersi" - Comunicato stampa Nondasola

Comunicato stampa Associazione Nondasola - 15 settembre 2020

Le vicende di questi giorni riportano alla luce della cronaca la ferocia del maschile sui corpi delle donne. C’è un fratello che pensa di avere l’esclusivo potere sul corpo e sulla vita della sorella e non esita a ucciderla per confermare il suo possesso. Ci sono due ragazzine inglesi in vacanza nei dintorni di Matera, una sera a una festa tranquilla, accompagnate da una sorella adulta di una di loro, che vengono drogate e abusate da un gruppo di ventenni, e a Milano una trentenne viene aggredita e stuprata mentre rientra a casa.

Noi che teniamo aperto da più di venti anni il Centro Antiviolenza Casa delle Donne, e lo scorso anno abbiamo accolto 363 donne, sappiamo quanto la violenza che si abbatte sulle donne prenda di mira il corpo, anche quando si tratta di violenza psicologica. Il corpo delle donne è ancora, nonostante la tanto sbandierata parità, il paradigma di una battaglia che vede il maschile in una posizione di malcelato maschilismo, anzi per molte situazioni di un accanimento che vuole il corpo oggetto delle mire predatorie degli uomini.

Leggi tutto...

8 Ottobre 2020 "Matrix - Fare la differenza nel lavoro di cura"

Promosso dall'Università di Verona - Dipartimento di Scienze Umane, si terrà, presso la città omonima, Giovedì 8 Ottobre 2020 l'evento "MATRIX - Fare la differenza nel lavoro di cura".

Una giornata per riflettere intorno alla matrice originaria del sentire e fare la cura dell'essere vivente. Dal latino 'matrix': madre, utero, forma primaria, tessuto connettivo, la matrice rende presenti le genealogie, la dimensione relazionale nel lavoro di cura, richiamando così il ciclo della vita e il sorgere delle comunità umane. La politica delle donne è stata come un risveglio che ha aperto varchi di comprensione e azione, offrendo la possibilità a molte di lasciare un segno che corrispondesse loro dal profondo.

Per l'Associazione Nondasola interverranno Marcella Maggiore e Adriana Lusvarghi portando un contributo dal titolo "Il materno tra luci e ombre nell'accoglienza di donne nel centro antiviolenza". 

Scarica il programma completo cliccando qui. 

L'attuale appello alla 'sorellanza' di Gisèle Halimi, l'avvocata dalla parte delle donne

Segnaliamo l'articolo pubblicato su Micromega online da Maria Mantello il 1° settembre scorso che ricorda l'avvocata femminista Gisèle Halimi. Di origini franco-tunisine ha fin da piccola combattuto per la propria libertà e per l'affermazione dei diritti delle donne nei vari ruoli che ha ricoperto durante la vita. Il suo ultimo libro, uscito postumo, è un appello radicale alle donne e alle ragazze per una liberazione ferocemente irrinunciabile.  

Leggi l'articolo, cliccando qui.  

Sabato 12 settembre 2020 - Presentazione volume "Reggio Emilia 2000/2020"

Si terrà Sabato 12 settembre 2020 alle ore 9.30 presso il Centro sociale Orologio di Via Massenet 19 la presentazione del volume "Reggio Emilia 2000/2020", alla cui redazione ha collaborato Lorenzo Capitani, conosciuto insegnante di Filosofia e Storia presso i licei cittadini.

Il volume, ripercorrendo gli eventi che hanno caratterizzato sul piano economico, culturale, politico la nostra città negli ultimi vent'anni, menziona l'attività della Associazione Nondasola tanto nella gestione del centro antiviolenza Casa delle Donne, quanto nella attività di formazione-prevenzione-ricerca. Sarà presente la Presidente di Nondasola Silvia Iotti. 

#dallastessaparte - L'appello della femminista Alessandra Bocchetti alle donne

Siamo nella fase del “femminismo delle esperte” che produce oro prezioso in sapere e conoscenza, ma nessuna forza politica. In questo momento siamo debolissime. Se non facciamo nulla questa crisi ci rimanderà tutte a casa. Il disastro più grande sarà per noi. Dobbiamo tornare a essere Movimento, costruire una grande forza di donne visibile, tanto grande che produca sorpresa, stupore e anche spavento.

Questo uno stralcio dell'appello/riflessione della femminista Alessandra Bocchetti apparso il 26 Luglio scorso sul sito 27esimaora.corriere, che volentieri diffondiamo. Clicca qui per leggere il testo integrale. 

Venerdì 24 luglio 2020 "Violenza per nessun*, giustizia per tutt*"

Venerdì 24 Luglio 2020 l'Associazione Nondasola é in Piazza Prampolini a partire dalle ore 18.30 a sostenere il diritto di ognun* contro ogni forma di atti  discriminatori e violenti  e istigazione alla violenza per motivi legati all'orientamento sessuale, al sesso, al genere, e all'identità di genere. 

Siamo in questa piazza in coerenza con le lotte che i centri antiviolenza, come il nostro, da tempo hanno messo in campo per contrastare la violenza maschile contro le donne, che trova origine in una disparità storica e strutturale di potere tra uomini e donne nella società patriarcale che viviamo. 

La misoginia, la violenza invisibile e manifesta contro le donne  ha in comune con l’omotransfobia l’intolleranza per i “corpi” che escono dalla normatività di genere, rompendo gli schemi eteronormati  imposti dal nostro sistema politico/culturale. Nella Convenzione di Istanbul  e in altre fonti viene imposta la punizione dei discorsi d’odio nei confronti delle donne ma anche nei confronti di altri soggetti vittime di molteplici discriminazioni.

Ancora molti e troppi sono gli episodi di intolleranza: l'Italia é un paese dove si pensa che i diritti non valgano per tutt* e  questa legge chiede  finalmente  giustizia per tutt*. Ben venga dunque una legge che, pur con tutti i suoi limiti, vuole arginare e punire l’incitazione all’odio verso chi oggi tenta di sottrarsi all’ordine dominante per affermare la propria identità. I diritti di tutt* saranno tutelati effettivamente solo se si riconosceranno le differenze come valore, in un’ottica inclusiva e che mira al superamento di quelle norme che il patriarcato ci ha imposto per millenni.

Crediamo sia opportuno uscire fuori dalla dialettica che indebolisce il movimento delle donne affermando l’autonomia di pensiero dei Centri Antiviolenza, da sempre a sostegno di ogni battaglia che rivendichi giusti diritti affinchè ad ognun* sia garantita la libertà di vivere in pienezza la propria soggettività.  

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it