Home

Logo Nondasola

25 giugno 2016 - Parte la rassegna "Diritti negati"

Una serie di appuntamenti sul tema della negazione dei diritti, della violazione del fondamentale diritto alla libertà e alla vita di donne, minori, lgbti, operata da una cultura che normalizza la discriminazione, la rende invisibile, annullando ogni differenza.

Grazie alla collaborazione di diverse associazioni attive nel campo dei diritti delle persone (Forum donne della Val d'Enza, Nondasola, Arcigay Gioconda, Baubo, Servizio sociale integrato Unione Val d'Enza), nasce la rassegna "Diritti negati" che proporrà un calendario d'iniziative di sensibilizzazione sul territorio della Val d'Enza. Il primo appuntamento è per Sabato 25 giugno ore 21.30 presso il cortile del Castello di Montecchio Emilia con la proiezione del film PRIDE. L'ingresso è gratuito. 

Un'intervista della Gazzetta di Reggio sul tema della prevenzione con le giovani generazioni

Ragazzi e ragazze come costruiscono, si immaginano, vivono le loro relazioni affettive? Quali i campanelli d'allarme che se, non riconosciuti, possono spingere la relazione verso la disparità e la violenza? Qual è il limite tra gelosia e controllo? Queste e altre questioni accompagnano l'attività di prevenzione nelle scuole che Nondasola porta avanti con studenti e studentesse. Con uno sguardo rivolto anche ai più piccoli/e.

Leggi l'articolo. 

“Credo che il mondo in cui vivo abbia bisogno di essere sperato, sognato, creduto un po’ di più”

Queste alcune delle parole riportate nel recente articolo di Redacon, il giornale online dell'Appennino Reggiano, che ha dato voce a una studentessa coinvolta nel progetto di prevenzione della violenza maschile sulle donne "Più consapevoli, insieme", realizzato da un gruppo di studenti e studentesse degli Istituti Mandela e Cattaneo di Castelnovo nè Monti, insieme a Nondasola e all'Associazione Per Te di Castelnovo nè Monti. 

Un progetto durato un intero anno scolastico durante il quale ragazzi e ragazze hanno investito tempo e pensiero per confrontarsi, discutere, interrogarsi sulla violenza maschile nelle relazioni d'amore tra adolescenti. E assumersi la responsabilità di portare questo tema all'attenzione di tanti/e coetanei/e, attraverso la costruzione e somministrazione di un questionario anonimo e la restituzione pubblica dei risultati nella mattinata del 31 maggio.

A dimostrazione che il desiderio di immaginare, insieme, maschi e femmine, relazioni di reciproca libertà abita tanti/e ragazzi e ragazze. Spesso devono solo essere 'accompagnati' a rivendicarlo per se stessi/e. 

Leggi l'articolo. 

"La conversazione che dovreste avere con i vostri figli"

Pubblicato da Carina Kolodny - Huffigton Post USA, 9.06.2016

Ai genitori degli adolescenti,

Ricordate quella delicata conversazione che avete avuto con vostro figlio? Quella in cui gli avete detto: "Ti voglio bene, ma ho bisogno che tu capisca che, indipendentemente dal modo in cui una donna si veste o si comporta, non è un invito a fischiarle dietro, provocarla, molestarla o aggredirla"? O quando avete detto a vostro figlio: "La verginità di una donna non è un premio, e dormirci insieme non fa punteggio"? E che dire invece della chiacchierata a cuore aperto in cui gli avete amorevolmente spiegato che dal punto di vista giuridico "una donna non deve necessariamente lottare, e tu non devi necessariamente tenerla ferma perché si tratti di STUPRO. Se lei si trova in uno stato d'alterazione ciò significa solo che per legge il suo non è un consenso, NON che sia una preda facile". O magari vi rammenterete d'aver condiviso quello che poi è il mio preferito: "Le tue esperienze sessuali non determinano il tuo valore, così come quelle delle donne non determinano il loro".

Leggi tutto...

Siamo "TUTTE SOTTO TIRO"

10 Giugno 2016 - Comunicato stampa Associazione Nondasola 

Sono giorni di parole, di slogan, di consigli alle donne a non tacere, di spiegazioni più o meno articolate. Per noi sono giorni di resistenza, di rabbia, di determinazione, di solidarietà, di ascolto e di azione così come da vent'anni a questa parte. Donne uccise per la voglia di esserci, di sognare, di fare, di vivere lontano da relazioni segnate dal possesso, dall'ossessione, dal controllo. Donne che hanno rotto relazioni, che hanno chiesto aiuto, preso le distanze dalla violenza, donne che hanno fatto esattamente quello che tutti oggi sono a chiedere alle donne che vivono in situazioni di violenza.

Leggi tutto...

Il femminicidio visto da Michele Serra, giornalista di Repubblica

La satirica e pungente penna di Repubblica, Michele Serra, scrive alcune riflessioni interessanti, dal punto di vista maschile, sul femminicidio, una 'pratica' il cui movente è da ricercarsi prima di tutto nell'immaginario culturale e che deve interrogare soprattutto la politica, ancor prima delle dottrine criminologiche, antropologiche o psichiche. 

Leggi l'articolo. 

La solidarietà di D.i.Re al centro antiviolenza 'Colasanti-Lopez' che rischia la chiusura

Esprime anche la posizione di Nondasola, il comunicato della rete nazionale dei centri antiviolenza, D.i.Re, la quale denuncia l'inaccettabile vicenda che sta mettendo a rischio la sopravvivenza del centro antiviolenza "Donatella Colasanti e Rosaria Lopez" di Roma, attivo dal 1997 opera a sostegno delle donne vittime di abusi, violenza e maltrattamenti.

La cooperativa che gestisce il centro ha appreso che l’edificio, sede del centro stesso, non è di competenza comunale ma che in realtà la proprietà di esso è della Regione Lazio, il cui Ufficio Patrimonio sta reclamando la riscossione di imponenti cifre per l’occupazione, facendo riferimento a circa 20 anni di usufrutto dei locali. Se Comune e Regione non arriveranno a una soluzione del contenzioso, si profila la chiusura del centro. E ancora una volta saranno le donne a farne le spese. 

Leggi il comunicato. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it