Home

Logo Nondasola

Quei camper che vorrebbero essere una risposta alle donne che subiscono violenza...

Luglio 2016 - "Questo non è amore", campagna della Polizia di Stato.

Con l'arrivo dell'estate arriva puntuale la risposta delle istituzioni alle tante donne che subiscono violenza da partner ed ex-partner, le quali per l'ennesima volta sono trattate come un'emergenza, rappresentate come coloro che, fuggendo dal proprio aguzzino, si rifugiano in un camper della Polizia di stato per trovare protezione, sostegno e denunciare la violenza subita, ovviamente.

Su questa inutile iniziativa si esprime in maniera netta la Rete nazionale dei centri antiviolenza, di cui anche Nondasola fa parte, secondo cui la messa in campo di risorse che non partono da un'adeguata lettura dei bisogni delle donne porta a negare ancora una volta la necessità di una battaglia quotidiana, silenziosa, tenace alle radici culturali e politiche della violenza maschile di genere. 

Leggi il comunicato di D.I.Re. 

 

"Prima della violenza" L'appello di Maschile plurale per una giornata nazionale contro la violenza maschile

La rete di uomini Maschile Plurale lancia l'appello "Prima della violenza" a tutti gli uomini che vogliono trasformare l'indignazione in opportunità di cambiamento, che desiderano al breve tempo mediatico della condanna e del cordoglio sostituire il tempo lento della riflessione, del dialogo, dell'ascolto e dell'interrogazione. Per promuovere una giornata nazionale, in autunno, che sia testimonianza incarnata di maggiore consapevolezza maschile che la violenza sulle donne chiama in causa ogni uomo. 

Leggi l'appello. 

"Dov'è finita la mia mamma?"

01 Luglio 2016 - Comunicato Associazione Nondasola

In questi anni, e in questi mesi, ci è capitato spesso di scrivere comunicati per fermare i pensieri e far sentire la nostra voce ogni volta che, per mano maschile, un fatto drammatico, grave, impensabile colpiva una donna. Oggi di fronte all'ennesima figlia privata della propria madre, il nostro pensiero va ai tanti figli/e coinvolti ed in particolare a quella ragazzina di 12 anni di Pavia che due giorni fa ha finto di essere morta per salvarsi.

Leggi tutto...

Venerdì 1 Luglio "Un'ora sola ti vorrei"

Il Gruppo di lavoro "Donne e Diritti" del Circolo culturale Sel Reggio Emilia promuove, in collaborazione con Nondasola, Arcigay, Iniziativa Laica, un incontro pubblico sul tema dell'educazione sessuale a scuola dal titolo Un'ora sola ti vorrei. L'appuntamento è per Venerdì 1 Luglio 2016 ore 18.00 presso il Chiostro della Ghiara (Via Guasco 6 Reggio Emilia). Adriana Lusvarghi interverrà a nome dell'Associazione Nondasola, che dal 1999 svolge un'intensa attività di prevenzione della violenza maschile di genere con studenti e studentesse. 

 

Solidarietà da tutti i centri D.I.Re all'Associazione Le Onde di Palermo

Un altro centro antiviolenza della rete nazionale D.I.Re che sta lottando per la sopravvivenza in assenza di fondi pubblici, pur assegnati con regolare bando di gara, ma mai arrivati nelle casse del centro da novembre 2015. Si tratta dell'Associazione Le Onde Onlus di Palermo attiva dal 1996 nel contrasto alla violenza maschile sulle donne e nell'accoglienza di donne maltrattate (oltre 10.000 dalla nascita ad oggi). 

Il comunicato di solidarietà di D.I.Re. 

San Martino in Rio: un impegno concreto del nuovo Consiglio comunale contro la violenza sulle donne

In occasione della cerimonia di insediamento del nuovo Consiglio comunale di San Martino in Rio, i consiglieri neo-eletti hanno proposto di devolvere il gettone di presenza della seduta all'Associazione Nondasola, quale segnale forte di impegno nel contrasto alla violenza maschile sulle donne. Un fenomeno, che, oltre ai numerosi e atroci femminicidi delle ultime settimane, continua a negare diritti e libertà a tante donne del nostro territorio, come confermano i dati delle donne accolte dal nostro centro antiviolenza. 

25 giugno 2016 - Parte la rassegna "Diritti negati"

Una serie di appuntamenti sul tema della negazione dei diritti, della violazione del fondamentale diritto alla libertà e alla vita di donne, minori, lgbti, operata da una cultura che normalizza la discriminazione, la rende invisibile, annullando ogni differenza.

Grazie alla collaborazione di diverse associazioni attive nel campo dei diritti delle persone (Forum donne della Val d'Enza, Nondasola, Arcigay Gioconda, Baubo, Servizio sociale integrato Unione Val d'Enza), nasce la rassegna "Diritti negati" che proporrà un calendario d'iniziative di sensibilizzazione sul territorio della Val d'Enza. Il primo appuntamento è per Sabato 25 giugno ore 21.30 presso il cortile del Castello di Montecchio Emilia con la proiezione del film PRIDE. L'ingresso è gratuito. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it